Home Chi siamo Dove siamo Scuole Didattica

 Amministrazione Servizi Bambini Contatti

 

A.S. 2007/2008

PROGETTI DI PLESSO O CIRCOLO:

Progetto di Circolo sull'attività di valutazione degli apprendimenti

Progetto di Circolo sull'attività di continuità infanzia - primaria

Progetto del plesso Marco Polo - Emozioni in movimento raccontate coi libri e col teatro

Progetto di Circolo: Pedibus

Progetto di autovalutazione d'istituto

 

PERCORSI DI CLASSE:

Primaria Marco Polo: Educazione stradale

Primaria Marco Polo: Musical in inglese

Primaria M. Polo: Costruzione di un lombricaio

Primaria M. Polo: Ciclo acqua, sistema idrologico

Primaria Anna Frank: Educazione Stradale

Primaria Anna Frank: Educ. alla sostenibilità

Primaria M. Polo: Educazione alla cittadinanza

 

Educazione stradale

"I vigili a scuola"

Nei giorni 14 e 21 Gennaio una vigilessa della Municipalità di Spinea ha tenuto due lezioni ai bambini delle classi seconde e quarte della scuola primaria M. Polo, nell’ambito del Progetto di Educazione Stradale che gli insegnanti sviluppano in classe.

La vigilessa ha interloquito con gli alunni chiarendo dubbi e offrendo occasioni di riflessione sul comportamento che i pedoni ed i ciclisti devono tenere in strada. Lo scopo principale delle lezioni è  quello di promuovere la sicurezza per sé e gli altri, ricordando che il rispetto delle regole del Codice della Strada è un dovere degli adulti, ma che anche i bambini devono cominciare presto a conoscere gli esatti comportamenti in strada.
 

Galleria fotografica classi quarte

Galleria fotografica classi seconde

 

 

Inglese a teatro

"The clown's birthday"

Le due classi quinte avevano dimostrato, fin dai primi anni di scuola, attitudine ed entusiasmo per la recitazione e il canto. Da qui l'idea, nata all'insegnante di inglese Francesca Carli, di portare in scena un "Musical play".

La rappresentazione “The clown's birthday” è stata messa in scena in due distinte date, Giovedì 19 febbraio per i genitori delle due classi e per tutti gli alunni della scuola il giorno 20 in occasione del carnevale.

Questa attività ha permesso di raggiungere due importanti obiettivi:

  • sul piano linguistico di progredire migliorando fluidità e scioltezza;

  • sul piano sociale ha incentivato atteggiamenti di cooperazione tra alunni, che si sono visti impegnati per un fine comune : la realizzazione dello spettacolo.

Galleria fotografica

 

Educazione alla sostenibilità

"Costruzione di un lombricaio"

Le classi 3^ A e B, all'interno del progetto di plesso sull'Educazione Ambientale, hanno sviluppato un percorso avente come obiettivo la conoscenza della composizione del suolo e delle sue componenti organiche ed inorganiche.

Durante il percorso si sono avvalse della collaborazione del WWF: un'esperta è intervenuta nelle classi dove, con vari materiali, ha illustrato agli alunni la vita dei lombrichi e la loro importanza per la natura. Questi interventi si sono conclusi con la costruzione in aula di un lombricaio che darà la possibilità di verificare quanto appreso.

Visualizza la presentazione

 

Educazione Ambientale

"Ciclo dell'acqua e sistema idrogeologico"

Le classi terze e quarte hanno aderito al progetto sull'acqua promosso dal Consorzio di Bonifica Sinistra Medio Brenta che ben si è inserito all'interno della programmazione di classe e di plesso.

Il progetto persegue i seguenti obiettivi:

  • Introdurre il tema dell'acqua con riferimento al nostro territorio

  • Far comprendere agli alunni la complessità delle relazioni che legano l'attività umana alla risorsa acqua

  • Sensibilizzare gli alunni circa il dissesto idrogeologico

  • Accrescere la consapevolezza della necessità di una tutela costante del territorio rispetto al rischio idraulico e alla bonifica

Ogni classe ha partecipato ad un laboratorio, gestito da un esperto della cooperativa "Limosa" della durata di quattro ore, così strutturato:

  • Composizione un grande pannello aggiungendo gli elementi mancanti del ciclo dell'acqua

  • Costruzione di piccoli modelli di falde acquifere con argilla, acqua e ghiaia

  • Rielaborazione attraverso schede didattiche

  • Simulazione attraverso un plastico per spiegare la relazione tra acqua e suolo e l'importanza della vegetazione sul sistema idrogeologico.

Galleria Fotografica 3^ A

Galleria Fotografica 3^ B

Galleria Fotografica 4^ B

 

Educazione stradale

"I vigili a scuola"

L’agente della Polizia Locale di Spinea Sig.ra Ida Niero ha piacevolmente interagito con i nostri alunni delle classi seconde e quarte sulle regole da tenere in strada come pedoni e come ciclisti.

I bambini hanno riconosciuto i segnali stradali appresi in classe con le insegnanti e, attraverso divertenti scenette, hanno imparato a fare i gesti del vigile e a rispettare le indicazioni del semaforo; si sono resi conto di quanti pericoli ci siano sulla strada perciò, sia come pedoni che come ciclisti sicuramente ricorderanno le regole indicate dall’agente di polizia locale: attenzione a dove e come si circola a piedi o in bicicletta, mezzo molto utile che però deve essere tenuto sempre in perfetto stato! Inoltre hanno imparato che anche quando salgono in auto con i  genitori, possono correre dei rischi se non  rispettano le regole del codice della strada!

La seconda fase del progetto prevede  un percorso in scuolabus con l’agente Ida per far conoscere meglio, alle nostre classi,  le strade e la viabilità del nostro territorio.

Il 22 maggio nel piazzale dello stadio di Spinea si è svolta la prova finale prevista dal progetto di educazione stradale che il nostro circolo ha attuato in collaborazione con la polizia locale. I piccoli delle classi seconde hanno superato la prova di bravi pedoni, mentre i più grandi di quarta hanno superato, sotto gli occhi attenti dei vigili, l'esame di ciclisti seguendo un percorso attrezzato con diversi segnali stradali. Alla fine tutti hanno ricevuto il patentino dalle mani della vigilessa Ida Niero. Grande entusiasmo dei bambini alla vista dei mezzi in dotazione alla polizia locale e grande soddisfazione di insegnanti, alunni e vigili per la conclusione di questo progetto che ci ha impegnati per diversi mesi..
 

Galleria fotografica classi seconde

Galleria fotografica classe quarta C

Galleria seconda fase

Galleria fotografica classi quarte A e B

Manifestazione conclusiva

Rassegna stampa del comune

 

 

Educazione alla sostenibilità

"Lo stagno"

Gli alunni della classi  2^ hanno preso in esame la vita nello stagno della scuola.

Osservazione di:

  • Fasi della nascita e della crescita dei girini da febbraio a fine aprile;

  • Uova;

  • Nascita dei girini

  • Crescita delle zampe

Dopo la crescita delle zampe i girini vengono poi travasati nello stagno.

Nel laboratorio di storia gli alunni si sono occupati di ricostruire la storia dello stagno.

Documento orale: intervista al dirigente e al maestro Pasti

 

Galleria fortografica

Intervista

 

 

Educazione alla cittadinanza

"Il futuro è un progetto comune"

Ho piacere di presentare il lavoro dei miei ragazzi con i quali, da diversi anni, abbiamo intrapreso un percorso educativo di avvio alla cooperazione sul quale ho creduto molto e che ha dato dei sorprendenti risultati.
Oggi, oramai in quinta classe, i ragazzi hanno raggiunto padronanza e consapevolezza nel lavorare insieme per uno scopo comune e si distinguono,  per queste loro capacità.
I loro commenti, che vi inviterei a leggere, evidenziano, per ciascuno di loro, il livello di maturità e consapevolezza raggiunti anche se, qualcuno in difficoltà nel contesto relazionale, elude abilmente al commento, sembrando infantile o superficiale. Ma non lo è! 
È stato un percorso lungo che abbiamo affrontato tutti insieme, nessuno escluso,  anche divertendoci e stupendoci; talvolta, per qualcuno è stato difficile ed ha dovuto fare i conti con le sue resistenze!
Complessivamente ritengo che questo percorso, sviluppato gradualmente attraverso gruppi di cooperative-learning informale e formale ed un significativo lavoro sul clima di classe, abbia avuto un’importanza educativa determinante, creando supporto motivazionale, sviluppando autonomia  e capacità organizzativa in funzione dell’apprendimento. Gli alunni sono effettivamente diventati risorse all’interno della classe, acquisendo competenze  importantissime non solo in ambito scolastico, ma nella vita.
Il tempo “speso” per questa impostazione didattica e metodologica, ci ha restituito alla grande competenze tali da, non solo raggiungere, ma approfondire i contenuti programmati.
Questo percorso educativo alla socialità ed alla relazionalità, a mio parere, è un lavoro che la scuola deve fare!
Ma soprattutto, come insegnanti, credo che dovremo puntare più in alto, preparare i nostri alunni alle sfide culturali del domani
in un mondo in cui occorrono competenze per affrontare problemi vitali ed epocali. Occorre creare strumenti di pensiero che ci permettano di avere un’idea complessiva, di connettere i saperi al fine di risolvere in modo creativo i problemi del nostro tempo.
Ci avviamo verso un nuovo concetto di cittadinanza che, se da una parte colloca l’individuo tra dimensione locale e mondialità ( mai come adesso viene meno la condizione della vicinanza spaziale), contemporaneamente, esige lo stabilirsi di regole condivise, di norme che garantiscano uno scambio equo-solidale che tuteli le persone.
Nelle nostre scuole avviene un’interazione di identità  e di culture che dobbiamo valorizzare in quanto premessa per la costruzione di una dimensione globale dell’individuo. (Ins. Loreta  Dalla Valle)

 

Visualizza la presentazione

 

 

Copyright© 2008 Mistero

Direzione Didattica 2 ° Circolo - Spinea - Via Fregene, 15 - 30038  Spinea  (VE)

Tel. 0415413647 - 041997534  Fax. 041990692